Guida completa all'uso della Peel-off base coat (p2 cosmetics review)

Siete convinti di sapere già tutto sulle 

basi peel-off? Questo post vi farà ricredere! 


P2 cosmetics Peel-off base coat - photo © Pedrìnails


La prima volta che mi sono imbattuta faccia a faccia con una base Peel-off per unghie è stato quando ho aperto la zip della trousse ricevuta dall'azienda p2 cosmetics in sample poche settimane fa e dalla quale ho estratto la Color correcting pen, il Quick dry spray (entrambi già recensiti QUI), lo smalto Satin Supreme Sweet elegance 020 (swatches + review + comparisons post QUI) e la famigerata Peel-off base coat.
P2 cosmetics Color correcting pen, Quick dry spray, Peel-off base coat, Satin supreme Sweet elegance 020 - photo © Pedrìnails

P2 cosmetics Color correcting pen, Quick dry spray, Peel-off base coat, Satin supreme Sweet elegance 020 - photo © Pedrìnails


Ammetto che ingenuamente il mio primo pensiero riguardo questo accessorio per la nail art è stato "Ah sì, è la base che serve per le nail art con i glitter...", ma già pochi istanti dopo aver preso in mano la boccetta e averne svitato il tappo, la mia mente ha iniziato a muovere gli ingranaggi per scovare e ipotizzare altri utilizzi oltre quello classico che tutti, almeno teoricamente, conosciamo.

P2 cosmetics Peel-off base coat - photo © Pedrìnails


Ciò che ha fatto scattare la molla e mi ha dato ragione sull'ipotesi che le funzioni della Peel-off base non si limitassero alla facilitazione della rimozione degli smalti glitterati, è stato il fatto di constatarne la consistenza vinilica e l'odore innocente che si sono rivelati tali leggendo l'INCI del prodotto:

INGREDIENTS: AQUA, POLYVINYL ACETATE, PHENOXYETHANOL, PPG-3 METHYL ETHER, PEG-12 DIMETHICONE, DISILOXANE, ACRYLATES COPOLYMER, ETHYLHEXYLGLYCERIN, TOCOPHEROL

P2 cosmetics Peel-off base coat - fronte e retro - photo © Pedrìnails

Tutto questo mi ha fatto pensare di mettermi subito all'opera per testare le mille e uno funzioni della p2 Peel-off base coat con grande entusiasmo e carica di aspettative in modo da poterne raccogliere le impressioni in corso d'opera e potervene parlare in questo post che si prefigge di diventare una sorta di "Ultimate guide" sull'uso delle basi peel-off. Cominciamo!


♦ PEEL-OFF BASE COAT COME BASE PROTETTIVA 

Come suggerito dal nome del prodotto e dalle istruzioni riportate sul retro della boccetta, l'utilizzo per il quale la Peel-off base coat è nata è essenzialmente quella di sostituire lo smalto base per unghie, intensificandone il ruolo protettivo nei confronti degli smalti difficili da rimuovere, evitando l'uso di solventi e riducendo il rischio di danneggiamenti alle unghie e cuticole in fase di rimozione.
Ho suddiviso in 3 sottocategorie le tipologie di smalto nei confronti delle quali la peel-off base risulta particolarmente utile; glitterati, a formulazione speciale (textures), ad alta pigmentazione.


a) BASE PER SMALTI GLITTERATI
La funzione regina che ha reso celebri le basi peel-off è certamente quella di facilitare l'utilizzo degli smalti glitterati, noti per essere particolarmente ostici da rimuovere con qualsiasi solvente per unghie.
Nel video-tutorial vi mostro i vari passaggi di utilizzo che permettono questa funzione: stendendo la base peel-off con uno strato generoso si viene a creare una patina bianca sull'unghia che diviene trasparente man mano che l'asciugatura si completa; quando questa è perfettamente asciutta si può procedere con la stesura dello smalto per poi rimuovere il tutto semplicemente sollevando la pellicola che si va a creare al di sopra della lamina ungueale e che a questo punto è costituita dalla base peel-off + gli strati di smalto colorato.
Ho scelto di mettere alla prova la p2 Peel-off base coat con lo smalto glitterato p2 Lost in glitter polish Live intensely! 090, lo smalto prediletto scelto per l'occasione, mentre per la rimozione ho utilizzato un bastoncino facente parte del set p2 Rosewood sticks.






b) BASE PER SMALTI A FORMULAZIONE SPECIALE
Gli stessi passaggi sono stati effettuati per testare la p2 Peel-off base coat con uno smalto dalla texture molto particolare e per fare ciò ho scelto il sabbiato p2 Crisp +color polish Honey fluff 010 contenente microgranuli nei confronti del quale la base peel-off si è comportata altrettanto egregiamente come potete vedere dal mini-video!


video



c) BASE PER SMALTI AD ALTA PIGMENTAZIONE
Ragionando sulla possibilità di salvaguardare le unghie dall'ingiallimento dovuto all'utilizzo di smalti ad alta pigmentazione nei confronti dei quali non sempre le basi protettive difendono in maniera efficace al 100%, ho pensato di sfruttare la base peel-off anche per questo scopo, testando per l'occasione il bel Color Club Williamsburg (presentato nel post Haul Cosmoprof Bologna 2016).


video




RIASSUMENDO...

 Sostituendo Peel-off base coat alla classica base protettiva per unghie è possibile:
- Evitare macchie e ingiallimenti delle unghie dovuti all’uso di smalti molto pigmentati
- Rimuovere con estrema facilità gli smalti glitterati e/o a formulazione speciale (texturizzati, sabbiati, special topper ecc…)

♦ PEEL-OFF BASE COAT PER PROTEGGERE PELLE E CUTICOLE 

La seconda modalità di utilizzo della base peel-off è quella di usarla a protezione di pelle e cuticole circostanti le unghie in fase di realizzazione di quelle nail art in cui è alto il rischio di macchiarsi con gli smalti, come le water marble manicure, splatter manicure, e tutte quelle in cui sia necessario l'uso di una spugnetta (sponged nails es. ombrè manicure, gradient manicure, degrade nails ecc.).
In questo modo si riducono i tempi complessivi di realizzazione di queste nail art e si evita di dover utilizzare solventi vari per pulire tutto ciò che è uscito fuori dai bordi dell'unghia.


c) PROTEZIONE DI PELLE E CUTICOLE NELLA REALIZZAZIONE DI NAIL ART CON SPUGNATURE
La prima volta che ho messo alla prova la p2 Peel-off base coat è stata in occasione della realizzazione della Floral water decals nail design skittlette light blue ombré manicure with iridescent rhinestones  che potete rivedere per intero QUI  e la cui fase iniziale prevedeva di dover utilizzare una spugnetta per ottenere un gradiente blu perfetto sulle unghie del mignolo e dell'indice.
Innanzitutto ho steso uno strato di peel-off base sulla pelle intorno alle due unghie interessate e ho atteso che si asciugasse completamente prima di procedere con la nail art: come potete vedere dalle foto che ho scattato in sequenza, la base da bianca diviene sempre più trasparente man mano che diventa asciutta fino a costituire una sottile pellicola vinilica protettiva invisibile.

P2 peel-off base coat a protezione di pelle e cuticole - photo © Pedrìnails


Ad asciugatura ultimata ho steso la base protettiva e lo smalto colorato sulle unghie, ho effettuato le spugnature per ottenere il gradiente realizzando così la ombré manicure senza preoccuparmi di uscire dai bordi dell'unghia.
Infine ho rimosso con estrema facilità la pellicola creata dalla peel-off base coat sollevandola dalla pelle con un bastoncino di legno di rosa del set P2 Rosewood sticks, rimuovendo le ultime sbavature con la p2 Color correcting pen e assicurandomi un'asciugatura rapida della nail art grazie al p2 Quick dry spray, entrambi recensiti QUI.


Ombrè manicure con peel-off base coat a protezione di pelle e cuticole - photo © Pedrìnails


Tutorial step by step: rimozione peel-off base coat su ombrè manicure - pic © Pedrìnails



d) PROTEZIONE DI PELLE E CUTICOLE NELLA REALIZZAZIONE DI WATER MARBLE MANICURE

Allo stesso modo, la peel-off base si rende utile nella realizzazione delle water marble manicure per eludere almeno in parte il problema dell'immersione delle dita in acqua che solitamente porta a ritrovarsi con strati e strati di smalto attaccati alla pelle in fase di risalita.
In questo caso la base peel-off funge da pellicola protettiva che resiste egregiamente all'acqua e aderisce perfettamente alla pelle, meglio di quanto siano in grado di fare creme e pezzi di scotch che più comunemente vengono usati per questo scopo. Seguite tutti i passaggi nel video! ;-)





RIASSUMENDO...
Utilizzando Peel-off base coat su pelle e cuticole è possibile:
- evitare che le imprecisioni della stesura degli smalti macchino e danneggino pelle e cuticole
- risparmiare le cuticole dall’aggressione di solventi che le renderebbero secche e disidratate
- facilitare la rimozione di spugnature estese sulle pelle in corso di realizzazione di ombré-degrade manicure e nail art con spugnature in generale
- evitare l’adesione degli smalti su pelle e cuticole durante la realizzazione delle water marble manicure

♦ PEEL-OFF BASE COAT NELLA REALIZZAZIONE DI NEGATIVE SPACE MANICURE 


L'utilizzo più innovativo e originale in cui si può impiegare la base peel-off è quello che prevede la creazione di spazi vuoti sulle unghie, ovvero di quelle nail art in cui lo smalto non viene utilizzato per esteso sull'intera superficie bensì rimangono delle aree scoperte che lasciano intravedere il letto ungueale.
Alcuni esempi di questa tipologia di nail art sono le negative space manicure sotto forma di chevron manicure, moon manicure, striped nails ecc. come quelle che ho realizzato in passato e che potete rivedere QUI.
In questo caso la base peel-off mi ha permesso di evitare complicati stratagemmi per creare gli spazi vuoti, facilitandomi non poco il compito che solitamente affidavo alle striping tapes e nail vinyls.

Tutorial step by step: moon manicure realizzata con p2 peel-off base coat - pic © Pedrìnails


I passaggi che riassumono la "realizzazione facilitata" della moon manicure si possono così riassumere:
- stendere la base trasparente sulle unghie in cui dovrà figurare la mezzaluna
- stendere la peel-off base coat seguendo la curvatura a semicerchio accertandovi di coprire unitamente l'unghia nell'area che dovrà figurare vuota e la pelle al di sopra di essa in modo da rendere più semplice la rimozione della pellicola quando sarà il momento
- quando la base peel-off sarà asciutta e diventerà perfettamente trasparente, stendere lo smalto senza paura di andare oltre la mezzaluna segnata
- fare una o più passate di smalto a piacere; quando sarà asciutto, rimuovere la pellicola con un bastoncino
- perfezionare i bordi della mezzaluna con la Color correcting pen

Grazie al minivideo potete constatare voi stessi quanto la rimozione sia facile e quando semplice sia questo metodo che non richiede precisione nella stesura dello smalto e che al momento è l'utilizzo della base peel-off che preferisco!



video


Non so se avete riconosciuto la nail art in questione: si tratta della Light green negative space skittlette double moon manicure realizzata per Pasqua, o meglio il primo passaggio della sua realizzazione (potete rivedere la nail art completa QUI).
Ci credete se vi dico che, grazie alla base peel-off, questa moon manicure è risultata essere la migliore nonché la più precisa che io abbia mai fatto? :-D


Moon manicure realizzata con p2 peel-off base coat - photo © Pedrìnails
Moon manicure realizzata con p2 peel-off base coat - photo © Pedrìnails
Moon manicure realizzata con p2 peel-off base coat - photo © Pedrìnails


RIASSUMENDO...
La peel-off base coat può essere utile per la realizzazione di negative space manicure:
- usato direttamente in alcune zone dell’unghia evita l’adesione dello smalto in tali punti
- ideale per realizzare le moon e side-moon manicure

E voi conoscevate tutti gli utilizzi delle basi peel-off? Ne conoscete altri? Vi trovate bene ad utilizzarle?
I prodotti che ho utilizzato per i vari tutorial sono targati P2 cosmetics Italia, qui i loro riferimenti: website - Facebook
Spero che la mia guida all'uso delle basi peel-off vi sia risultata utile! Fatemi sapere ;)

© Pedrìnails

Share:

6 commenti

  1. Grazie per la review. Mi chiedevo anch'io se potesse essere usata anche per proteggere la pelle per la water marble e sopratutto per lo spugnato! Un bacio! Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì! Anzi ti dirò, al momento mi sto trovando meglio usandola per quello scopo piuttosto che come base per determinati smalti, per cui te la consiglio al 100%! :-)

      Elimina
  2. Bella recensione! Bravissima!!! Come base non mi ha convinto (guardando il video la rimozione mi è sembrata faticosa), forse sarà come la mia di Dance Legend - ho notato che sotto l'acqua calda diventa più elastica e riesco a toglierla in un pezzo unico con tutto lo smalto sopra. Come la protezione delle cuticole va benissimo invece! Sai per caso quanto costa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zaya, scusami per il ritardo della risposta ma sono tornata in attività soltanto oggi dopo un break di qualche settimana. Ti ringrazio per il suggerimento dell'acqua calda, proverò anch'io a fare così, ma molto dipende anche dalla quantità più o meno abbondante di base che viene stesa prima di applicare lo smalto. Come suggerisco nella recensione, tra i diversi utilizzi, quello che mi ha dato maggiori soddisfazioni è proprio l'uso a protezione delle cuticole e per quello è davvero ottima. Il prezzo è sicuramente inferiore ai 5 euro, come ogni altro prodotto low cost del brand. Se sei interessata al coso preciso posso andare a dare un'occhiata al negozio OVS più vicino appena posso, fammi sapere. :)

      Elimina
  3. Salve ma si può utilizzare anche quando si mette il semipermanente per evitare sbavature grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente può essere utilizzato sulla pelle intorno alle unghie per evitare sbavature di qualsiasi tipologia di smalto, mentre come base non può essere utilizzato nel caso dei semipermanenti.

      Elimina

Siete i benvenuti sul mio blog e pertanto siete liberi di esprimervi commentando ogni mio post nello spazio apposito sottostante, pur sempre con rispetto verso i contenuti, l'autore del post e gli altri utenti. Non è ammesso l'uso di linguaggio offensivo di alcun tipo né spam.